Tag

moda donna

Browsing

Strenesse è sempre stata una linea particolare, mi è sempre piaciuta e nel corso del tempo ho acquistato vari capi. Devo dire che la qualità è davvero ottima e ogni capo mi è sempre durato a lungo.

Ieri ho acquistato questa bellissima sciarpa Strenesse in 100% seta, lunga e avvolgente in uno dei miei colori preferiti!

Una vera fortuna che proprio ieri indossassi l’abbigliamento adatto ad indossarla! Un look fashion, che ne dite?

Il Blog di Alice .it
Il Blog di Alice .it

In pratica ero diretta ad un appuntamento di lavoro (ve l’avevo detto che non lavoro più propriamente per la Mainini Holding, giusto?) quando sono capitata in questo negozio. C’erano sciarpe di ogni genere!

Davvero belle e tutte firmate, ma a me piaceva questa e poi si adattava benissimo ai miei colori. Adesso vi mostro tutto!

 

Pants

Ho scelto un leggings con una fantasia a fiori con applicazioni di brillantini. È un modello che mi piace molto di uno stilista italiano, Mauro Menichetti.

T-shirt

Ho scelto un capo di Krizia, l’unico che non vedete nella foto di una tonalità scura, da abbinare ai pantaloni.

Maglia

Stupenda in giallo senape. Appena l’ho vista me ne sono innamorata. È firmata Liu Jo e si vede. A parte i materiali, decisamente di qualità, ha applicato sul collo una piccola targhettina dorata con il nome.

Un dettaglio che mi è piaciuto. Sapete che amo i dettagli e sono una fashion victim!

Il Blog di Alice .it

Detto questo, dato che ieri la giornata non si prospettava delle migliori ho indossato il mio mitico giubbotto giallo, quello che sono riuscita a farmi semi regalare alla Mainini, uno degli ultimi modelli, simile a quello che ha la Rossa.

Lo vedete nella foto.

Il Blog di Alice .it
Il Blog di Alice .it

A questo punto il mio nuovo foulard di seta Strenesse ci stava benissimo. Peccato che nel frattempo il cielo si fosse aperto e il sole scaldasse come non mai, ma per un po’ l’ho tenuta al collo. Insomma! Quando si acquista qualcosa di nuovo fa piacere indossarlo e sfoggiarlo subito.

Giusto?

Nel negozio dove ho acquistato il mio foulard ce ne sono ancora disponibili. Ne vuoi uno anche tu? Scrivimi! È un’occasione impedibile. Ti darò l’indirizzo per dove acquistarlo online.

Un abbraccio

Alice

 

PS. se leggere le mie disavventure ti diverte diventa fan della pagina in Facebook eGoogle+. Segui le bacheche su Pinterest, Instragram e i tweet su Twitter. Condividi anche gli articoli con le amiche, grazie di cuore!

E non dimenticare di acquistare il mio libro

[biginfobox textcolor=”#ffffff” title=”Le disavventure di Alice” href=”http://www.amazon.it/disavventure-Alice-Assunzione-Determinato-ebook/dp/B00EYCEZHY” button_title=”Il mio romanzo”]Acquista il libro ora! Esilarante, divertente, irriverente.[/biginfobox]

Cappotto o piumino? una domanda che noi ragazze e fashion victim ci facciamo spesso davanti ai capi che vediamo nei negozi e nelle vetrine.

Ma quale dei due scegliere dovendo optare per un solo ed unico acquisto? Il piumino è andato di moda per anni, ma forse il capotto…

Come scegliere il cappotto o piumino?

Punto Primo

Scegliete quello che indossato vi sta meglio. Il piumino sicuramente tiene più caldo di un cappotto, ma ingrassa. Inutile nasconderlo. A meno che non siate magre come acciughe i piumini, da che mondo e mondo ci fanno sembrare più morbide.

È inevitabile proprio per la loro natura. Gonfiano. E anche se hanno in vita una cintura e sono sciancrati… beh, qualche chilo in più ve lo regalano.

Punto Secondo

Il cappotto è decisamente più elegante, anche se di taglio sportivo. Quelli stretti in vita e sui fianchi regalano una linea invidiabile e snelliscono. Inoltre sono estremamente femminili. Personalmente li preferisco, anche se non posso permettermi una trentotto.

Il piumino però viene consigliato e suggerito anche in abbinamento a scarpe eleganti, magari a tacco alto, l’importante è che non sia un modello troppo sportivo. Ci sono dei piumini davvero belli che fanno la loro figura anche se indossiamo abiti eleganti.

Punto Terzo

Piumino leggero e antigelo 1 cappotto 0, se dovessimo fare una gara questo sarebbe il punteggio contro il freddo. Difatti il primo tiene molto più caldo del secondo e anche se è “meno” femminile ed elegante di sicuro protegge meglio dal gelo invernale.

Ora fanno i 100 grammi piumini per la mezza stagione e quelli in eco piuma, alcune aziende propongono anche i modelli traspiranti. Ci sono poi con cappuccio o senza, staccabile oppure no, con la zip o i bottoni, con il collo normale o bordati di ecopelliccia.

Decisamente si può avere l’imbarazzo della scelta e quindi, per tornare alla domanda

cappotto o piumino?

prendete in considerazione il vostro armadio. Avete già uno o più cappotti? Prediligete un piumino e orientate il vostro acquisto su uno di questi capi, lungo o corto, sarà un alleato contro il freddo.

Se invece nell’armadio avete già diversi piumini, magari di tanti colori e modelli differenti, orientati su un cappotto, vi donerà eleganza nelle occasioni speciali, inoltre rinnoverà la vostra immagine e il guardaroba aggiungendo uno stile nuovo.

Se sono abituati a vedervi sempre con un piumino un cappotto vi rinnoverà! Approfittatene durante questi saldi.

buoni acquisti dalla vostra fashion blogger

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con le amiche, lascia un like e commenta. Segui Il Blog di Alice su Facebook e Google+, Pinterest, Instagram e Twitter.

Per qualsiasi informazione, curiosità e richiesta scrivimi in redazione (scriviallaredazione@gmail.com) ti risponderò nel più breve tempo possibile.

P.S.

Leggi le mie avventure, scarica il romanzo in formato ebook da qui: Le disavventure di Alice. Leggilo d’un fiato perché tra poco uscirà il seguito.

Alice!

 

Sapevate che le taglie comode sono sempre più ricercate? Cosa significa? Che nella società la tendenza è ad ingrassare, non certo a dimagrire.

Anche se ci mettiamo a stecchetto, cerchiamo di limitare i danni di una “dieta ipercalorica”, finisce che, complice la vita che conduciamo, non riusciamo a portarla a termine e le taglie.. si allargano!

Ahimè ciò che il mondo femminile richiede non sono più taglie 38 e 40 in abbondanza, ma taglie che vanno dalla 46 in sù.

Ci sono diverse aziende che producono solo moda per taglie comode, molto spesso però si tratta di abiti classici, per signora, niente di moderno che anche le ragazze e donne giovani possano indossare con piacere e sentirsi belle.

Ci sta seriamente pensando la mia titolare che si può definire un vulcano di idee. Sempre in movimento e alla ricerca di qualcosa di nuovo in cui impegnarsi, ora si è messa in mente di creare una nuova linea di abbigliamento femminile che sia bella, comoda e alla moda.

Molti sostengono che le migliori griffes e le case di moda si debbano indirizzare alle donne belle magre (comprese le anoressiche) e a quelle con poco seno.

Ma le altre?

Noi rotondette non abbiamo lo stesso diritto di vestirci in modo fashion e alla moda che le magrissime?

E appunto perchè abbiamo anche noi questo diritto non ho potuto che sostenerla all’ultimo consiglio di amministrazione quando, sorriso sulle labbra, se ne è uscita con quell’idea della nuova linea over size, per donne morbide e burrose, come piaceva a certi pittori, primo tra tutti Fernando Botero, di cui vi posto un dipinto dato che non ci sono ancora immagini della nuova collezione.

Spero di potervi dare ragguagli al più presto e che la linea possa piacervi!!

Oppppssss, dimenticavo. Il mio capo ha detto che chiederà il mio parere!
Vi sembra possibile?

In parte ne sono davvero felice… in parte un po’ meno… sarà che me l’ha chiesto perchè sono rotondetta mentre lei è magra come un’acciuga?

ai posteri l’ardua sentenza!!!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con le amiche, lascia un like e commenta. Segui Il Blog di Alice su Facebook e Google+, Pinterest, Instragram e Twitter.

Per qualsiasi informazione, curiosità e richiesta scrivimi in redazione (scriviallaredazione@gmail.com) ti risponderò nel più breve tempo possibile.

P.S.

Leggi le mie avventure, scarica il romanzo in formato ebook da qui: Le disavventure di Alice. Leggilo d’un fiato perché tra poco uscirà il seguito.

 

 

Wow! Ho visto i prototipi delle t-shirt collezione Mainini pe 2014! Mi sono piaciute moltissimo e i colori! Belli, belli, belli! Da abbinare a jeans, pantaloni, gonne, sono davvero particolari.

Ho visto i bozzetti e il primo campione… i bozzetti sono riuscita a fotografarli! Nooooo, tranquille, per questo non sarò accusata di spionaggio industriale. Senza infrangere regole, in effetti ho chiesto l’autorizzazione prima di farlo (vorrei evitare l’ennesimo licenziamento), vi posso allegare una fotografia del disegno.

Non è proprio finito, però rende l’idea di come sarà uno dei modelli, per l’altro… beh, sarà nelle sfumature del rosa e … praticamente uguale alla copertina del romanzo, ma senza le scritte. I modelli delle t-shirt… quelli potrò mostrarveli la prossima volta.

E se volete qualche anticipazione, oltre alle t-shirt donna ho sentito che stanno iniziando a preparare una mini collezione per bambini, sempre primavera/estate e c’è anche in progetto la nuova per le stagioni invernali.

Quella però è ancora top secret. Nessuna anticipazione per l’autunno/inverno, ci stanno ancora lavorando. Io ultimamente non sono più molto a contatto con il settore moda, il mio nuovo capo mi occupa il tempo con tantissime altre cose.

Devo ammettere che non mi dispiace per niente, però mi mancano le fughe nella camera della moda, gli incontri casuali e imbarazzanti con alcuni…

Noooo, che avete capito! Non ho smesso di lavorare per lei! Ora la mia vita si svolge ad un altro piano della Mainini, dopo che uno dei due fratelli mi aveva più o meno ingiustamente licenziata ho iniziato a fare la “gavetta” in altro settore dell’azienda.

Che dire? Non voglio togliervi il piacere di leggere delle mie disavventure e svelare la fine è la cosa più spiacevole che si possa mai fare quindi… abbiate fiducia e non abbandonatemi!

Ora vi lascio, è ora che torni alle mie faccende lavorative!

 

photo credits| marina galatioto per Mainini Fashion

 

Adoro i colori e le forme! Avere visto le borse di Paula Cademartori? La nuova collezione p/e 2014 è coloratissima!

Sono borse piccole, compatte e dai colori accesi che ricordano le stagioni calde, il mare, il sole.

La prima che vi presento è gialla, di nappa con fibbia in plexiglass e borchie piatte di colori differenti. Ha decorazioni e contorni in blu e si chiama Sylvie. C’è anche in formato ridotto, difatti si chiama Petit Clara.

paula cadermatori pe 2014 petit clara
paula cadermatori pe 2014 petit clara

Se preferite i toni dell’azzurro ecco un’altra tracollina, sempre realizzata in nappa con decorazioni in laser e fibbia smaltata. È disponibile in diversi colori dal verde forest al deep ocean blue, dal flavin green al venice sky.

In questa foto uno dei modelli.

paula cadermatori pe 2014 Anna
paula cadermatori pe 2014 Anna

Il prossimo modello è un’altra tracolla, Tatiana, anche qui ci sono quattro varianti colore: dal bubble gum all’ icon fucsia, dal murder red al garden rose. La fibbia è smaltata a tono con i colori della borsetta.

Non so voi, mai io amo molto questi colori intensi. Mi piace anche l’idea della lavorazione laser per dare un tocco di originalità e disegnare la borsa in modo così moderno e geometrico.

E ora passiamo alle shopping bags con i manici e da portare a mano. Nonostante siano bellissime personalmente prediligo le borse a tracolla che lasciano le mani libere (trovate in nell’articolo “Le donne preferiscono la tracolla” alcune info interessanti.

Il modello che presentiamo qui è Daisy. Fibbia smaltata, in quattro colori moda (mascavo sugar e blue black oppure avena beige o stone grey). Sempre con decorazioni geometriche a laser.

Direi che sono la moda del momento!

borsa paula cadermatori pe 2014 Daisy
borsa Paula Cadermatori pe 2014 Daisy

In ultimo vi allego la foto di una tracollina deliziosa in nappa coloro oro (c’è anche la versione argento), perfetta per le uscite serali, decorata con cristalli applicati e fibbia zigrinata.

Che ne dite? Quale vi piace di più? A me le gialle!!! Piene di sole e allegria…

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con le amiche, lascia un like e commenta. Segui Il Blog di Alice su Facebook e Google+, Pinterest, Instragram e Twitter.

Per qualsiasi informazione, curiosità e richiesta scrivimi in redazione (scriviallaredazione@gmail.com) ti risponderò nel più breve tempo possibile.

P.S.

Leggi le mie avventure, scarica il romanzo in formato ebook da qui: Le disavventure di Alice. Leggilo d’un fiato perché tra poco uscirà il seguito.

photo credits | paulacademartori

The Micam! la moda primavera estate 2014!!! Finalmente ho il tempo di raccontarvi com’è andata! Mi sono imbucata! Nooooo!!!! direte voi, invece sì. Mi sono iscritta come giornalista freelance e poi ho girato dappertutto! Ci credereste? Ho intravisto anche il … Consiglio di Amministrazione. Eh sì, al The Micam c’erano anche la Rossa e i Fratelli Mainini.

Ma non divaghiamo! Come prima cosa devo parlarvi della MODA, quella con la EMME maiuscola! Sono entrata  c’era il mondo. Colori!!! Sopratutto colori, per le prossime stagioni primavera estate 2014, ma non mancavano nemmeno per le collezioni autunno inverno colori pastello, quel camoscino che piace alle donne.

Ora vi spiego. Il The Micam è la fiera delle calzature. Ci sono 68.000 metri quadri di esposizione per la moda primavera estate 2014. Sono certa che mi crederete quando dico che avrei comperato…. quasi tutto!!! Sono riuscita a portare a casa solo qualche gadget! In uno stand il… commesso, o lo … come si dice? al momento mi sfugge il termine, quando ho chiesto di fare delle fotografie mi ha detto, testuale “per quale rivista?”.

“Come se una valesse più di un’altra!!!” Devo ammettere che l’ho guardato con sufficienza e me ne sono venuta via. Ma chi si crede di essere? Probabilmente non arrivava nemmeno a ventidue anni!! Ho pensato di spacciarmi per la PR della Mainini Holding, ma poi, memore del casino con il blog, ho preferito evitare!

Ad ogni modo ci sono aziende che se la tirano di brutto, sembra quasi che vendano oro… forse hanno ragione, chissà! Sarà che io non potrei permettermi di acquistare nemmeno una sciarpina che sono un po’ critica a riguardo! O forse parteggio, visto che mi danno lo stipendio, per la Mainini e … come sono belle le “nostre” collezioni…. non hanno eguali!!!

Ma torniamo al The Micam… ho fatto parecchie fotografie, ma solo dopo aver chiesto ad un portiere/usciere se, avendo la tessera da giornalista, potessi farlo. C’erano cartelli ovunque che lo vietavano, volevo evitare altre problematiche aggiunte!

Il tipo mi ha risposto che… potevo. Confesso… non mi sono trattenuta e ho scattato a tutto ciò che mi piaceva e, secondo me, aveva un senso!

Nei prossimi giorni vi posto le fotografie, speriamo vi piacciano!

 

Un abbraccio dalla vostra Alice e … continuerò a tenervi informate!

Nel frattempo leggete le mie disavventure!

 

photo credits | marinagalatioto.com


Passione per le scarpe, al TheMicam. Non vedo l’ora di andarci, non posso proprio non farlo! Sapete cos’è il TheMcam? Il grandissimo evento della scarpa. Si svolge alla Fiera Milano Rho e ci saranno sessantottomila metri quadri di esposizione di scarpe.

Passione per la calzatura? Non puoi mancare e magari finiremo anche per scontrarci!!! Proprio oggi ho richiesto l’autorizzazione per l’ingresso STAMPA e spero non ci siano problemi!!! Pensavo ci fosse anche la Mainini, ma no, chissà per quale motivo. Non ho osato chiedere! L’idea però di andare in fiera e perdermi tra scarpe e scarpe mi fa sentire euforica.

Anche qui potrei farmi chiudere dentro! Passare la notte a provare ogni paio di scarpe che mi piace. Il guaio? Per me almeno. Sono calzature che andranno in vendita per la stagione 2013/2014 e quindi anche se le vedi negli espositori e te ne innamori, non potrai certo acquistarle per te!

Chissà, a meno di mentire, magari, fingere un malore o di essere cleptomane, oppure di lavorare per Madonna (o un’altra vips internazionale, come Kate Perry o Lady Gaga) e dire che proprio devi prenderle per lei!!

Forse nemmeno funzionerebbe, ma certi nomi aprono tutte le porte.

Mmmmm, ho un’idea! Magari potrei fingere che siano per la Rossa, non è conosciuta come Lady Gaga (e in questo caso per fortuna!!), ma chissà che non possa lo stesso farmi avere la possibilità di acquistare qualche paio di scarpe…. il massimo sarebbe averle in regalo, no? Ma non si può avere tutto!
Un vero peccato oserei dire!

Ad ogni modo ora aspetto che mi accreditino come stampa poi spero di poter andare alla Fiera e fare una marea di stupende fotografie! Che ne dite? Poi ve le posterò così avremo idea di come sarà la moda ai piedi per le prossime stagioni!!

Un abbraccio da Alice e … vi terrò informate!

Nel frattempo leggete le mie disavventure!

 

photo credits | micamonline