Tag

fashion victim

Browsing

Strenesse è sempre stata una linea particolare, mi è sempre piaciuta e nel corso del tempo ho acquistato vari capi. Devo dire che la qualità è davvero ottima e ogni capo mi è sempre durato a lungo.

Ieri ho acquistato questa bellissima sciarpa Strenesse in 100% seta, lunga e avvolgente in uno dei miei colori preferiti!

Una vera fortuna che proprio ieri indossassi l’abbigliamento adatto ad indossarla! Un look fashion, che ne dite?

Il Blog di Alice .it
Il Blog di Alice .it

In pratica ero diretta ad un appuntamento di lavoro (ve l’avevo detto che non lavoro più propriamente per la Mainini Holding, giusto?) quando sono capitata in questo negozio. C’erano sciarpe di ogni genere!

Davvero belle e tutte firmate, ma a me piaceva questa e poi si adattava benissimo ai miei colori. Adesso vi mostro tutto!

 

Pants

Ho scelto un leggings con una fantasia a fiori con applicazioni di brillantini. È un modello che mi piace molto di uno stilista italiano, Mauro Menichetti.

T-shirt

Ho scelto un capo di Krizia, l’unico che non vedete nella foto di una tonalità scura, da abbinare ai pantaloni.

Maglia

Stupenda in giallo senape. Appena l’ho vista me ne sono innamorata. È firmata Liu Jo e si vede. A parte i materiali, decisamente di qualità, ha applicato sul collo una piccola targhettina dorata con il nome.

Un dettaglio che mi è piaciuto. Sapete che amo i dettagli e sono una fashion victim!

Il Blog di Alice .it

Detto questo, dato che ieri la giornata non si prospettava delle migliori ho indossato il mio mitico giubbotto giallo, quello che sono riuscita a farmi semi regalare alla Mainini, uno degli ultimi modelli, simile a quello che ha la Rossa.

Lo vedete nella foto.

Il Blog di Alice .it
Il Blog di Alice .it

A questo punto il mio nuovo foulard di seta Strenesse ci stava benissimo. Peccato che nel frattempo il cielo si fosse aperto e il sole scaldasse come non mai, ma per un po’ l’ho tenuta al collo. Insomma! Quando si acquista qualcosa di nuovo fa piacere indossarlo e sfoggiarlo subito.

Giusto?

Nel negozio dove ho acquistato il mio foulard ce ne sono ancora disponibili. Ne vuoi uno anche tu? Scrivimi! È un’occasione impedibile. Ti darò l’indirizzo per dove acquistarlo online.

Un abbraccio

Alice

 

PS. se leggere le mie disavventure ti diverte diventa fan della pagina in Facebook eGoogle+. Segui le bacheche su Pinterest, Instragram e i tweet su Twitter. Condividi anche gli articoli con le amiche, grazie di cuore!

E non dimenticare di acquistare il mio libro

[biginfobox textcolor=”#ffffff” title=”Le disavventure di Alice” href=”http://www.amazon.it/disavventure-Alice-Assunzione-Determinato-ebook/dp/B00EYCEZHY” button_title=”Il mio romanzo”]Acquista il libro ora! Esilarante, divertente, irriverente.[/biginfobox]

Com’è nato il romanzo “Le disavventure di Alice“? Inizialmente il romanzo è uscito a puntate con il titolo di Assunzione a Tempo Determinato, perchè è con questo tipo di contratto che Alice viene assunta nella casa di moda.

Alice nasce dalla fantasia della scrittrice Marina Galatioto che, conosciuti i fratelli Mainini, che negli anni 2000/2001 avevano creato le omonime collezioni, decide di tradurre in romanzo la loro esperienza nel campo della moda e delle sfilate.

Bisogna dire che la storia di Alice è romanzata. La grande maison di moda non esiste realmente anche se le collezioni hanno sfilato a Milano Vende Moda, sono finite su riviste come Milano Finanza, Intimità, Burda e altre.

Rimanere però sulla cresta dell’onda era un’operazione che costava centinaia di milioni di lire e i due fratelli decisero di lasciar perdere per dedicarsi ad altro. In seguito sono stati realizzati singoli capi, ma non più intere collezioni.

Quando la scrittrice ha sentito la storia ha pensato di utilizzare la realtà per dar vita a qualcosa di fantasioso. Mescolare realtà e fantasia è il bello della vita degli scrittori!

Così ha creato Alice, una quasi trentenne squinternata, eternamente distratta, una combina guai in carriera sempre sull’orlo non di una crisi di nervi, ma del licenziamento.

Pagina dopo pagina si entra nella casa di moda, si conoscono i suoi dipendenti, gli stilisti, i proprietari e le persone che gravitano attorno. Alice si ritrova a combinare gaffes e disastri, a temere per il suo precario posto di lavoro.

Tra una cosa e l’altra però non può evitare di innamorasi perdutamente e in modo del tutto non corrisposto del direttore del personale Luca Moroni, vero principe azzurro.

Uomo bellissimo che però non la degna di attenzioni. Che fare quindi della propria vita solitaria? Alice tenta di riempirla con una gattina, Pixy, delle uscite con ragazzi bellocci che spera la possano entusiasmare, con vecchie e nuove amicizie e problemi ricorrenti.

Oltre con l’apertura di questo blog dal quale racconta della sua vita, del lavoro, degli amori e di moda visto che si scopre essere una fashion victim.

Come va a finire? 

Il primo romanzo finisce con… beh, non penserete davvero che ve lo dica! non sarebbe per niente carino. E non ditemi che siete di quelle lettrici che leggono la fine prima di aver cominciato il libro!

Inorridirei!

Dai ragazze! Il bello di un libro è proprio questo! Attendere la fine: immaginandosela, tirando a indovinare, sbagliando, capendo… sospirando.

Quindi dai, dai! Non leggete la fine, ma gustatevi pagina per pagina la vita di Alice e le sue disavventure. Condividete con lei l’incubo del licenziamento, il piacere di nuove amicizie, il desiderio di trovarsi un fidanzato, la voglia di vivere.

Vi aspettiamo tra le pagine di Le disavventure di Alice.

[biginfobox textcolor=”#ffffff” title=”Acquista anche tu il romanzo su Amazon” href=”http://www.amazon.it/disavventure-Alice-Assunzione-Determinato-ebook/dp/B00EYCEZHY” button_title=”Acquistalo ora!”]Piace moltissimo alle persone che lo leggono! È divertente, fa ridere, ti trasporta nel mondo di Alice[/biginfobox]

 

photo credits | 123rf by vanilla

Cappotto o piumino? una domanda che noi ragazze e fashion victim ci facciamo spesso davanti ai capi che vediamo nei negozi e nelle vetrine.

Ma quale dei due scegliere dovendo optare per un solo ed unico acquisto? Il piumino è andato di moda per anni, ma forse il capotto…

Come scegliere il cappotto o piumino?

Punto Primo

Scegliete quello che indossato vi sta meglio. Il piumino sicuramente tiene più caldo di un cappotto, ma ingrassa. Inutile nasconderlo. A meno che non siate magre come acciughe i piumini, da che mondo e mondo ci fanno sembrare più morbide.

È inevitabile proprio per la loro natura. Gonfiano. E anche se hanno in vita una cintura e sono sciancrati… beh, qualche chilo in più ve lo regalano.

Punto Secondo

Il cappotto è decisamente più elegante, anche se di taglio sportivo. Quelli stretti in vita e sui fianchi regalano una linea invidiabile e snelliscono. Inoltre sono estremamente femminili. Personalmente li preferisco, anche se non posso permettermi una trentotto.

Il piumino però viene consigliato e suggerito anche in abbinamento a scarpe eleganti, magari a tacco alto, l’importante è che non sia un modello troppo sportivo. Ci sono dei piumini davvero belli che fanno la loro figura anche se indossiamo abiti eleganti.

Punto Terzo

Piumino leggero e antigelo 1 cappotto 0, se dovessimo fare una gara questo sarebbe il punteggio contro il freddo. Difatti il primo tiene molto più caldo del secondo e anche se è “meno” femminile ed elegante di sicuro protegge meglio dal gelo invernale.

Ora fanno i 100 grammi piumini per la mezza stagione e quelli in eco piuma, alcune aziende propongono anche i modelli traspiranti. Ci sono poi con cappuccio o senza, staccabile oppure no, con la zip o i bottoni, con il collo normale o bordati di ecopelliccia.

Decisamente si può avere l’imbarazzo della scelta e quindi, per tornare alla domanda

cappotto o piumino?

prendete in considerazione il vostro armadio. Avete già uno o più cappotti? Prediligete un piumino e orientate il vostro acquisto su uno di questi capi, lungo o corto, sarà un alleato contro il freddo.

Se invece nell’armadio avete già diversi piumini, magari di tanti colori e modelli differenti, orientati su un cappotto, vi donerà eleganza nelle occasioni speciali, inoltre rinnoverà la vostra immagine e il guardaroba aggiungendo uno stile nuovo.

Se sono abituati a vedervi sempre con un piumino un cappotto vi rinnoverà! Approfittatene durante questi saldi.

buoni acquisti dalla vostra fashion blogger

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con le amiche, lascia un like e commenta. Segui Il Blog di Alice su Facebook e Google+, Pinterest, Instagram e Twitter.

Per qualsiasi informazione, curiosità e richiesta scrivimi in redazione (scriviallaredazione@gmail.com) ti risponderò nel più breve tempo possibile.

P.S.

Leggi le mie avventure, scarica il romanzo in formato ebook da qui: Le disavventure di Alice. Leggilo d’un fiato perché tra poco uscirà il seguito.

Alice!