Fast and Furios 7 recesione: è un film che ti lascia con il fiato sospeso. Devo affermare che, di norma, questo non è il mio genere di film preferito, ma Van Diesel e Co lasciano con il fiato sospeso. Tanto che in alcuni momenti ho proprio dovuto decidermi a respirare!

Dall’inizio alla fine è un susseguirsi di colpi di scena. Certo non vi svelo il finale, ma è incredibile. Auto scassate a parte, dicono che per fare il film ne abbiamo distrutte qualcosa come 230, la storia è davvero intensa.

Non si tratta solamente di corse di macchine, ma del motivo che li spinge a farlo: la famiglia, perchè la famiglia la vera forza, il vero motivo per cui vale la pena vivere e forse anche morire.

La famiglia però per Dominique Toretto non è fatta solamente dalle persone del suo stesso sangue, ma anche da chi gli è di fronte e rappresenta per lui qualcuno di importante, come ad esempio Brian O’Conner interpretato dall’attore Paul Walker, deceduto in un incidente d’auto mentre le riprese del film erano ancora in corso.

E proprio a Tom sono dedicate le ultime scene del film e le parole di Diesel-Toretto, davvero struggenti, sostituito nelle scene mancanti dai fratelli.

Bello! E non me l’aspettavo. Sono andata con gli amici della compagnia, perchè volevano vederlo gli uomini, devo confessare che dei precedenti ne avevo visto solamente uno e mezzo, ho apprezzato le corse mozzafiato e la storia.

Certo le scene sono incredibili e se, come diceva qualcuno James Bond nella realtà sarebbe morto dopo sette minuti di film, qui ne sarebbero stati sufficienti la metà con la bomba che ti fa saltare la casa intera o il volo con l’auto a non so quanti piani di altezza attraverso i grattacieli di Dubai.

Insomma davvero non c’è tempo per annoiarsi tra una scena e l’altra e quando sembra che tutto stia andando per il meglio c’è il classico colpo di scena che rimette in gioco tutto e il contrario di tutto.

Strepitoso il lancio giù dalla montagna, io al posto di Ramsey avrei gridato come una pazza e il volo con la macchina prima contro l’elicottero e poi giù per il palazzo. Ma ancora più allucinante è il lancio delle auto dall’aereo.

Se non ti ricordi di respirare muori!

L’ho apprezzato e sono contenta d’averlo visto. Ve lo consiglio. Ci sono le macchine e le corse, certo, ma il film non è solo corse, è molto di più. Sono valori veri, amicizia, amore, famiglia, quindi… tutte al cinema.

Nel frattempo godetevi il trailer.

Film a parte, se ti piacciono i miei articoli e le mie disavventure seguimi su Facebook e Google+

 

[maxbutton id=”1″]                                                                  [maxbutton id=”2″]

 

e acquista il libro. Lo trovi sia in formato cartaceo che in ebook.

 

[biginfobox textcolor=”#ffffff” title=”Acquista il romanzo su Amazon” href=”http://www.amazon.it/disavventure-Alice-Assunzione-Determinato-ebook/dp/B00EYCEZHY” button_title=”Acquista ora!!!”]Non perdere le disavventure di Alice nel primo romanzo e preparati all’uscita del secondo capitolo della storia.[/biginfobox]

Author

Marina Galatioto, scrittrice, giornalista, blogger e sceneggiatrice ha inventato il personaggio di Alice creandogli attorno un ambiente semi serio e semi vero. La Mainini è esistita davvero, così come le collezioni Mainini. Le disavventure di Alice, acquistabili su Kobo, Amazon e altri store,hanno dato il via ad eventi a catena e parte del romanzo sta diventando realtà!!

Write A Comment