Nella terza puntata di Assunzione a Tempo Determinato Alice si ritrova a dover fronteggiare situazioni poco piacevoli come l’allontanamento di un amico geloso e altre figuracce. Nel bilancio negativo che sembra avere la sua vita però qualcosa di buono accade: i due fedifraghi vengono riconosciuti e smascherati.

La sua collega tradita si prenderà qualche giorno di permesso per soffrire nella solitudine di casa sua mentre le scuse per la figuraccia fatta al cinema Alice le farà in ritardo. La consapevolezza che il direttore del personale, Luca Moroni, non la considera nemmeno di “striscio” la faranno sentire un po’ giù.

La voglia di avere uno “straccio di fidanzato” cresce in maniera esponenziale con l’avvicinarsi del suo trentesimo compleanno! ma troverà qualcuno? Sulla metropolitana che le tocca prendere quando si rompe la macchina conosce un ragazzo, poi però non gli chiede il numero di telefono.

A questo punto però Alice decide che piuttosto che sole è meglio con un gatto e adotta una piccola gattina che chiamerà Pixy e grazie a lei conoscerà … come al solito non voglio anticiparvi troppo! Leggete la terza puntata di Assunzione a Tempo Determinato e non perdevi gaffes e fraintendimenti.

buona lettura dalla vostra Alice.

Opppps e a proposito di animali… se vi piacciono potete trovare tante news sui siti animalidomestici.com e su naturaeanimali.com e vi potete iscrivere alla newsletter e ai feed rss.

Ti è piaciuto questo articolo?

Lasciami il tuo like e commenta. Segui Il Blog di Alice su Facebook e Google+, Pinterest, Instragram e Twitter.

Per qualsiasi informazione, curiosità e richiesta scrivimi in redazione (scriviallaredazione@gmail.com) ti risponderò nel più breve tempo possibile.

P.S.

Leggi le mie avventure, scarica il romanzo in formato ebook da qui: Le disavventure di Alice. Leggilo d’un fiato perché tra poco uscirà il seguito.


Author

Marina Galatioto, scrittrice, giornalista, blogger e sceneggiatrice ha inventato il personaggio di Alice creandogli attorno un ambiente semi serio e semi vero. La Mainini è esistita davvero, così come le collezioni Mainini. Le disavventure di Alice, acquistabili su Kobo, Amazon e altri store,hanno dato il via ad eventi a catena e parte del romanzo sta diventando realtà!!

Write A Comment