Il 24 giugno è il Giorno delle Fate, nato in America con il nome di Fairy Day, grazie all’artista Jessica Galbreth. Da anni, anche in diversi comuni d’Italia, vengono organizzate feste a tema. Questa giornata dedicata alla magia è nata per unire tutti gli appassionati e le persone che credono ancora in un mondo fatato, che siano bambini oppure no.

Vivere con un pizzico di magia aiuta in molte occasioni a superare momenti difficili o infelici, ma a parte questo il mondo della magia e del fantastico avrà sempre un fascino speciale.

Il 20 giugno la giornata sarà festeggiata a Selvazzano Dentro, in provincia di Padova, nel negozio del sito www.mondinascosti.it dove si possono trovare tutte le informazioni utili.

Alla festa si può andare mascherati da maghi, streghe, fatine e chi lo vorrà potrà essere truccato.

Una cliente del negozio poi intratterrà i presenti con il suo gufo Fufo e il suo falco Kira.

Insomma, per chi lo volesse c’è la possibilità di partecipare ad eventi magici, basta entrare in rete e cercare notizie sul giorno delle fate per trovare la festa più vicina a noi.

L’anno scorso nei giorni 23 e 24 giugno, nel parco di Carrara Bottagisio di Bardolino (VR) si è svolta la prima edizione della Festa delle Fate, organizzata da Dejavu, con il patrocinio del Comune e dell’Associazione Albergatori. Quest’anno si terrà il 27 giugno dalle 19.00 in poi, sempre nello stesso parco. Per info contattare direttamente gli enti organizzatori o visitare il sito www.promobardolino.com.

In provincia di Torino “Incantesimo Fiorito” organizza una giornata a tema il 21 giugno presso la piazza di Palazzo C.se, (zona Burolo/Bollengo) informazioni utili al numero 0125.57109 oppure via mail info@incantesimofiorito.it .

Le possibilità sono diverse, dipende molto anche da dove si abita. Per chi amasse il mondo fantastico può visitare i siti dedicati al mistero e al fantastico, come ad esempio www.fantasymagazine.it.

La magia non tramonta mai, per fortuna!

photo credits | wallpapertopfree

Author

Marina Galatioto, scrittrice, giornalista, blogger e sceneggiatrice ha inventato il personaggio di Alice creandogli attorno un ambiente semi serio e semi vero. La Mainini è esistita davvero, così come le collezioni Mainini. Le disavventure di Alice, acquistabili su Kobo, Amazon e altri store,hanno dato il via ad eventi a catena e parte del romanzo sta diventando realtà!!

Write A Comment